Pulizia canali e piano di protezione civile

Trasparenza e Partecipazione

Riomaggiore, 21 ottobre 2014

Spettabile
Comune di Riomaggiore
c.a. Sindaco, Sig.ra Cantrigliani
c.a. Consiglio Comunale e Giunta
c.a. Segretario Comunale
 

p.c. Prefettura della Spezia
c.a. S.E. Sig. Prefetto, Dott. G. Forlani
 

p.c. Parco Nazionale delle Cinque Terre
c.a. Presidente Vittorio Alessandro

                                                                                                                                                        

Oggetto: Richiesta verifica pulizia canali e piano di protezione civile.

Egregio Assessore Capellini,

in riscontro alla Sua comunicazione del 20/10/2014, prot. 11676, con la presente siamo a precisare che le nostre richieste di informazioni sullo stato di pulizia dei canali e sulle modalità di gestione delle allerte (clicca qui) sono volte esclusivamente ad avere aggiornamenti e chiarimenti in favore dei cittadini, i quali non sono adeguatamente informati sulle misure di autoprotezione da porre in essere in caso di necessità.

Rileviamo, infatti, che non c’è chiarezza in merito alle modalità di attuazione delle procedure previste dal piano speditivo di protezione civile, approvato a fine 2012, (clicca qui) in quanto non è mai stato illustrato in modo dettagliato alla popolazione.

In particolare, si necessitano chiarimenti in merito alle modalità di spostamento delle auto parcheggiate lungo i canali, alla chiusura dei negozi situati nelle zone a rischio e a tutte le altre attività contenute nel piano, ma non poste in essere durante l’allerta dei giorni scorsi (es. attivazione C.O.C).Per tale motivo ribadiamo l’urgenza di convocare un incontro con la popolazione per spiegare nel dettaglio le procedure da attivare in caso di allerta.

Per quanto riguarda la pulizia dei canali, vista la delicatezza della questione, alleghiamo alla presente alcune foto aggiornate e chiediamo di sapere chi ha effettuato le verifiche da Lei citate e di ricevere copia delle relazioni dalle quali emergerebbe che la pulizia degli alvei è risultata (e risulta tuttora?) sufficiente.

Inviamo la presente comunicazione alla cortese attenzione di S.E. Sig. Prefetto, al fine di richiedere un Suo intervento per chiarire quanto sopra evidenziato, per quanto di Sua competenza.

Alla luce di quanto sopra, ci stupisce e ci rammarica il tono polemico della Sua risposta e auspichiamo un maggior senso di responsabilità nella gestione di temi di tale rilevanza.

Risulta in particolar modo fuori luogo l’attacco conclusivo nei confronti dell’Ente Parco, al quale inviamo in conoscenza la presente comunicazione, al fine di ricevere riscontro in merito ai mancati finanziamenti dichiarati.

Rimanendo in attesa di un riscontro in merito a quanto evidenziato, porgiamo distinti saluti.

Distinti saluti.

I Consiglieri  Comunali
Leandro Calzetta
Fabrizia Pecunia