Ingerenza della maggioranza nella scelta dei rappresentanti di minoranza

Trasparenza e Partecipazione

Riomaggiore, 2 febbraio 2015

Spettabile

Prefettura della Spezia
c.a. S.E. Sig. Prefetto, Dott. Mauro Lubatti 

Consiglio dell’Unione delle Cinque Terre

c.c Comuni di Riomaggiore, Monterosso, Pignone, Riccò del Golfo
c.a. Segretario Comune di Riomaggiore
cc. Consiglio comunale di Riomaggiore
cc. Consiglio comunale di Monterosso
cc. Consiglio comunale di Pignone
cc. Consiglio comunale di Riccò del Golfo

 

Oggetto: Comune di Riomaggiore - ingerenza della maggioranza nella scelta dei rappresentanti di minoranza

Gent.mo S.E. Sig. Prefetto,Egregi Consiglieri,

inviamo la presente alla Vostra attenzione per segnalare un grave atto di ingerenza compiuto da parte dei Consiglieri di maggioranza del Consiglio comunale di Riomaggiore nella scelta dei rappresentanti di minoranza da eleggere nel Consiglio dell’Unione.

Il Consiglio Comunale del Comune di Riomaggiore, con delibera n. 35, del 08.11.2014, ha approvato lo Statuto dell’Unione dei Comuni delle Cinque Terre (Monterosso al Mare, Pignone, Riccò del Golfo e Riomaggiore) ed il relativo atto costitutivo.

L’art. 47 dello Statuto prevede che i Consigli comunali possono, anche prima dei termini di cui all’articolo 12, procedere con la nomina dei rappresentati presso il Consiglio dell’unione, anche al fine di consentire un maggior coinvolgimento degli stessi nel processo di costituzione.

L’art. 12 dello Statuto dell’Unione prevede che Ciascun consiglio comunale “provvede a designare i propri rappresentanti in seno al consiglio dell’Unione, scegliendoli fra le componenti e i componenti del consiglio stesso.” Inoltre “Spettano alla maggioranza consiliare di ogni Comune due rappresentanti, uno dei quali è, di diritto, il sindaco; spetta alla minoranza consiliare un rappresentante. L’elezione dei consiglieri avviene nell’ambito di ciascun Consiglio dei Comuni partecipanti e si effettua a scrutinio segreto con il voto limitato al fine di garantire l’effettiva rappresentanza delle minoranze consiliari.”

Si precisa che il Consiglio comunale del Comune di Riomaggiore è composto da 6 consiglieri di maggioranza (compreso il Sindaco) e tre di minoranza, appartenenti a due gruppi consigliari distinti (Pecunia e Calzetta: Partecipazione e Trasparenza – Bonanini: Costruire Insieme).

In data 15.11.2014 il Consiglio Comunale di Riomaggiore ha deliberato in merito alla nomina dei propri rappresentanti nell’Unione dei Comuni delle Cinque Terre, come da delibera n. 41, allegata alla presente.

La votazione è avvenuta con voto segreto e non separato (tra maggioranza e minoranza).

In base all’esito della votazione i Consiglieri di minoranza hanno ricevuto complessivamente 5 voti dei 9 disponibili (2 Calzetta - 3 Bonanini), mentre il Consigliere di maggioranza 4 voti (Capellini).

Risulta pertanto evidente come i Consiglieri di maggioranza del Comune di Riomaggiore abbiano di fatto scelto quale minoranza eleggere nel Consiglio dell’Unione, in netto contrasto con la volontà dei cittadini, facendo confluire due voti a favore del gruppo consigliare con il minor numero di rappresentanti in Consiglio comunale.

Preso atto che per il giorno 4/02/2015, alle ore 16.00, è stato convocato il Consiglio dell’Unione delle Cinque Terre, con al primo punto all’ordine del giorno proprio la convalida della nomina dei Consiglieri dell’Unione nominati all’interno dei Consigli Comunali aderenti, con la presente si richiede al Consiglio dell’Unione di non procedere alla convalida dei Consiglieri eletti, stante la grave ingerenza sopra evidenziata e posta in essere da parte del Comune di Riomaggiore.

Si invia la presente a S.E. Sig. Prefetto per una verifica urgente in merito alla procedura di votazione utilizzata e si richiede un Suo intervento al fine di ripristinare la volontà dei cittadini a fronte dell’ingerenza da parte della maggioranza del Comune di Riomaggiore nell’elezione dei rappresentanti di minoranza nel Consiglio dell’Unione.

Rimaniamo a disposizione per ogni chiarimento dovesse rendersi necessario.

Distinti saluti.

I Consiglieri Comunali

Leandro Calzetta

Fabrizia Pecunia