RISPOSTA DEL PREFETTO: IL CONSIGLIO COMUNALE SI DEVE CONVOCARE

Trasparenza e Partecipazione

In data odierna abbiamo ricevuto la risposta di S.E. Sig. Prefetto (clicca qui) in riscontro alla nostra richiesta di intervento a tutela delle prerogative riconosciute dalla legge alle minoranze consiliari, di cui alla nostra richiesta di convocazione del Consiglio Comunale del 23 settembre u.s. impropriamente RESPINTA (clicca qui) dalla "nuova" Sindaco.

Con soddisfazione apprendiamo che tutte le nostre argomentazioni (clicca qui) sono state accolte.

La Sindaco è stata quindi sollecitata a procedere alla convocazione del citato Consiglio, nei tempi e nelle modalità previste dalla legge. In particolare, a parere di S.E. Sig. Prefetto:

- l'argomento proposto rientra pienamente nel ruolo del Consiglio Comunale, quale "organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo" e può riferirsi a più di una voce tra quelle comprese nell'elenco degli atti fondamentali elencati nell'art. 42 del d.lgs 267/2000;

- la valutazione in merito alla competenza del Consiglio Comunale sulle questioni proposte dalla minoranza spetta allo stesso organo assembleare e non al Sindaco;

- i Consiglieri Comunali dovranno presentare le proposte di deliberazione ai sensi degli artt. 32 e 45 del Regolamento del Consiglio Comunale.

Tuttavia non ci rallegra come siamo riusciti a raggiungere l'obiettivo legittimo della convocazione di un Consiglio Comunale, perchè significa che la politica a Riomaggiore non è ancora capace di creare quegli spazi e quei momenti di dibattito e di confronto necessari allo sviluppo della democrazia partecipativa, di cui tutti solo a parole si fanno portavoce.

PERCHE’ la convocazione di un Consiglio Comunale è per noi colsì importante? Perché il Consiglio Comunale rappresenta l’unico spazio istituzionale attualmente disponibile per poter avere uno scambio di informazioni ed un confronto con la maggioranza.
Da quando questa Amministrazione è stata eletta non c’è mai stato nemmeno un incontro (formale o informale) fra maggioranza ed opposizioni al di fuori di quella sede.
Questo è stato possibile grazie al fatto che il vigente Statuto non prevede forme alternative di incontro (come per esempio le commissioni consiliari), disattendendo dunque quanto previsto dall’art. 6.2 del Testo Unico Enti Locali, il quale prevede che lo Statuto debba specificare le attribuzioni degli organi e le forme di garanzia e di partecipazione delle minoranze”.

Non abbiamo dunque altri strumenti a nostra disposizione per arrivare ad un confronto con chi ci governa nel merito di una questione di tale rilevanza.

Quindi, alla luce delle numerose dichiarazioni rilasciate dalla nostra Sindaco alla stampa, relativamente alla volontà del Comune di Riomaggiore di staccarsi dalla gestione del Parco Nazionale delle Cinque Terre, e delle pesanti conseguenze che queste scelte avranno per l’economia del Paese, per il futuro dei lavoratori delle cooperative di servizi, e soprattutto per la tutela del nostro territorio, abbiamo ritenuto indispensabile richiedere un incontro nell’unico modo al momento possibile, la convocazione del Consiglio Comunale.

Siccome “la prima domanda che riguarda la sostanza della democrazia ha per oggetto la libertà (ovvero il potere) della maggioranza nei confronti della minoranza”, ci chiediamo (come Gherardo Colombo nel libro “Democrazia”): Può la maggioranza porre regole, amministrarle e verificarne l’osservanza in modo da limitare la libertà della minoranza?”.

Oggi come ieri, la scelta di ogni abitante di Riomaggiore, Manarola, Groppo e Volastra è fra:

·  delegare in toto i politici eletti e magari limitarsi a "mugugnare";

·  svolgere un ruolo attivo facendo proposte, richiedendo e pretendendo risposte, partecipando a tutte le forme associative sociali, culturali e politiche che costituiscono la specificità di un territorio. Tramite la partecipazione alle forme associative prescelte, dar forma ai propri orientamenti trasformandoli in proposte costruttive.

Leggi qui il Comunicato stampa dei Consiglieri Calzetta e Pecunia del 26.11.2011